fbpx
3 Gennaio 2021

Francesco Saia: Terapie invasive rapide e sicure

Durante la pandemia molti pazienti affetti da patologie cardiache tempo-dipendenti si sono purtroppo tenuti lontani dagli ospedali per paura del contagio. La cardiologia interventistica negli ultimi anni ha fatto passi però da gigante, per cui il paziente è esposto in maniera minima a questi rischi, anche in caso di intervento. Oggi infatti siamo in grado di trattare molte cardiopatie in maniera mininvasiva, senza intervento chirurgico. Molti interventi transcatetere possono essere effettuati senza necessità di anestesia generale, senza necessità di ventilatore e senza necessità di recupero in terapia intensiva riducendo in maniera importantissima l’impatto sul paziente e anche sulle strutture ospedaliere. Ne parliamo con il dott. Francesco Saia, della Cardiologia del Policlinico Universitario S. Orsola-Malpighi di Bologna.

Video